MINISTRI: due concerti dedicati ai fan

Condividi


Dopo due anni di concerti e canzoni due date-evento Roma e Milano

I , band che ha riscritto la storia del rock moderno italiano, celebrano la fine di un capitolo della loro carriera con due concerti irripetibili dedicati ai fan:

14 dicembre Largo Venue Roma
18 dicembre
Magazzini Generali Milano. 

Le due date sono il coronamento di 2 anni fatti di concerti e canzoni, segnati dal successo dell’ultimo album “Giuramenti”, dall’EP “Cronaca nera e musica leggera” e dai live estivi nei principali festival e venue outdoor. Una grande festa nella forma primigenia più pura della band, quella del TRIO, dedicata a tutti i fan che hanno reso memorabile un viaggio di oltre 15 anni. 

Proprio per questo la scaletta sarà irripetibilecomposta quasi interamente da brani che da anni non vengono suonati dal vivo, attraversando le canzoni che hanno reso i  la rock band italiana più longeva degli ultimi anni.

“Nel 2006 cominciammo a girare l’Italia a bordo di un malandato furgone Volkswagen color giallo canarino: eravamo solo noi tre, le nostre giacche di lana cotta e una dozzina di canzoni da suonare come se il mondo stesse per finire. Sono passati 16 anni: è cambiato tutto e non è cambiato niente, e prima di prenderci una pausa per scrivere nuova musica e nuove parole, volevamo salutare nella maniera più semplice, sincera e potente possibile tutti quelli che in questi anni hanno dato senso e vita a quello che facciamo.”
()

Biglietti già disponibili su ticketone.it e ticketmaster.it
Per info: https://www.magellanoconcerti.it/

Si sono esibiti con i Coldplay, i , i e moltissimi altri. Hanno collaborato con Caparezza, Afterhours, , con i registi più all’avanguardia e alcuni tra i migliori producer, da Gordon Raphael (Strokes) a Sylvia Massy (Johnny Cash, ) passando per Tommaso Colliva e Taketo Gohara. Hanno collezionato oltre 500 concerti, dai centri sociali degli inizi ai sold-out nei superclub e ai grandi festival, e i loro brani su Spotify sono stati ascoltati oltre 25 milioni di volte.
Dopo 15 anni sulle scene, continuano a essere un punto di riferimento per generazioni diverse, pur muovendosi con importanti cambi di prospettiva.

E come a voler sottolineare un elemento di continuità nello stravolgersi di punti di vista, vita e abitudini, si sono affidati a Nicolò Cerioni e alla sua arte per i loro abiti di scena – una piccola tradizione della band, cominciata nel 2006 con delle indimenticabili giacche napoleoniche, che li ha resi delle icone del rock in Italia anche nello stile. 

LINK SOCIAL
https://www.instagram.com/iministri/ 
https://www.facebook.com/iministri 
https://twitter.com/iministri

BIO
I Ministri fanno il loro ingresso nella musica italiana nell’autunno del 2006, e non passano inosservati fin da subito. Il loro esordio autoprodotto è “I Soldi Sono Finiti”, un’anomalia rock in un panorama dominato da hip hop e musica elettronica, e l’originale e ironica copertina – che contiene una vera moneta da un euro e affronta il tema della crisi discografica in una maniera unica – fa parlare di loro oltre i confini della scena indipendente. Oltre 100 live nel primo anno (anche a fianco di Scissor Sisters e molti altri) li porta a firmare con Universal.

Nella primavera del 2008 esce l’EP “La Piazza” (ispirato alle tragiche vicende del G8 di Genova e contenente la hit “Diritto Al Tetto”, nata dalla storia di un senzatetto costretto ai domiciliari sulla panchina di un parco) e nel gennaio 2009 di “Tempi Bui”, album che, trascinato da una title-track che omaggia Brecht (con video girato da Cosimo Alemà) e dal singolo Bevo, consacra a livello nazionale il trio milanese. Da qui, i live negli stadi (a Udine prima dei Coldplayil featuring con Caparezza nel suo “Le Dimensioni del Mio Caos”, la ristampa di “I Soldi Sono Finiti” in cui la band, al posto del vero euro in copertina, la band fa a pezzi le sue ormai famose giacche di ispirazione napoleonica e le inserisce come piccola reliquia in ciascun cd (da allora ogni disco è contraddistinto da nuove divise di ispirazione militare), e il “ Pezzi tour”.

Nel 2010 pubblicano con Universal “Fuori”, continuano le ospitate in tv (anche a “ Invece No”) e i live anche accanto a  o ai  all’ Day di TorinoNel 2011 la terza ristampa (rimasterizzata) de “I Soldi Sono Finiti”, che include anche i quattro brani dell’ep “La Piazza”. Il quarto capitolo in studio, “Per Un Passato Migliore” (prodotto da Tommaso Colliva) viene pubblicato nel marzo del 2013 (subito alla posizione numero 7 della classifica FIMI). Un incredibile successo di pubblico che si riversa fino all’orlo nei superclub italiani e li proclama protagonisti dell’estate indie 2013Nel 2014 si esibiscono a Londra, Amsterdam, Berlino, Bruxelles e Parigi. Nel frattempo vengono invitati dagli Afterhours a partecipare alla riedizione celebrativa di “Hai Paura Del Buio?”: duettando con registrano una nuova potentissima versione di “Sui Giovani D’Oggi Ci Scatarro Su”. A inizio 2015, Rolling Stone li sceglie come uno dei 100 volti della musica italiana, ritratti dal compianto Giovanni Gastel in un numero da collezione.

Nella primavera 2015 i Ministri volano a Berlino negli ex-studi della Radio della Germania Est per registrare in presa diretta il loro nuovo album insieme a Gordon Raphael, leggendario produttore dei primi due album degli StrokesCultura Generale – anticipato dai singoli Estate Povera e Idioti – esce il 12 settembre 2015 ed esordisce alla posizione numero 3 della classifica Fimi italiana, battuto solo da e . Il tour che lancia il disco è una lunga serie di sold out, e li porta in giro per l’Italia fino alla primavera del 2016, quando pubblicano il singolo Io “Sono Fatto Di Neve” (accompagnato da un video girato coraggiosamente all’Ex Moi, il villaggio olimpico di Torino occupato da oltre migranti in condizioni precarie) e salgono sul palco del Primo Maggio di Taranto, dove si esibiscono in compagnia di Daniele Silvestri, Piero Pelù e molti altri.

Nell’autunno del 2016 festeggiano il decennale del loro primo album con dodici concerti speciali e pubblicano un libro (Locandine) che raccoglie il meglio della loro distintiva poster-art. “Fidatevi” esce il 9 marzo 2018 per Woodworm ed esordisce al numero 7 della classifica FIMI.  Ne segue un tour club, un’altra partecipazione al Primo Maggio di Roma, e una nuova estate di festival.

Durante l’estate pubblicano il loro primo 45 giri: il brano è un outtake dell’album e si intitola “Fumare”. Nella primavera del 2019 partecipano alla compilation “Faber Nostrum”, omaggio a De André della nuova scena italiana, reinterpretando Inverno.. L’estate seguente pubblicano il nuovo singolo “Un Viaggio”, prodotto insieme a Sylvia Massy, produttrice americana che ha lavorato con e Johnny CashNella primavera del 2020, il loro brano “Una Palude” viene scelto per la colonna sonora di “Se Ti Abbraccio Non Avere Paura”, film ispirato al libro di Fulvio Ervas, che viene lanciato in occasione della giornata mondiale dell’autismo e viene visto da oltre 350.000 persone in 72 ore

Il 16 aprile 2021 esce “Peggio di Niente”, singolo che apre un nuovo capitolo. Il 14 maggio l’Ep “Cronaca Nera E Musica Leggera”. Dopo l’EP arriva il singolo “Numeri”, seguito da “Scatolette”. Il 6 maggio 2022 è uscito il nuovo album “Giuramenti”. 

LEGGI LE RECENSIONI LIVE

Total Page Visits: 89 - Today Page Visits: 1

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *