EMMA: Sexy ed energica. Recensione

Condividi

Essere Qui Tour 2018
18 Maggio 2018
Mediolanum Forum
Assago Milano

Voto: 6,5
di

Essere Qui Tour 2018

Nuovo album (“Essere Qui”) e nuovo tour. Così si rimette in moto per un altro giro nei palazzetti d’Italia. Una manciata di date in cui presentare il recente lavoro e tutti quei brani che fanno parte del suo repertorio “responsabili” del suo successo.

La fan base

Quella di Milano, dopo l’avvio romano, è la seconda tappa del tour. E’ dunque all’inizio, fresca di forze e di energie. Il forum è pieno ed i fan sono molto impazienti di vederla all’opera. ha una notevole fan base che la segue molto attentamente anche perché deborda dai classici confini della cantante entrando in ambiti sociali, facendosi giusta paladina dei diritti (in particolar modo delle donne) e soprattutto punta molto sul lato emozionale. Tutto questo è amplificato dalla sua grande popolarità che le permette di aumentare il numero di orecchie attente e sensibilizzate a quanto lei . Ovviamente anche il palco di Milano le da occasione per allargare il discorso musicale non sono mancate.

Emma Live Milano Essere Qui Tour
Essere Qui Tour 2018 Milano

Inizia il concerto con l’entrata di dal parterre che, circondata da un nugolo di bodyguard attraversa tutto il Forum tra due ali di folla (tutti muniti di telefonino), per salire sul palco dove la band aveva già preso posto. Si parte subito tra un trionfo di pubblico che canta, scatta in piedi, batte le mani a ritmo mentre la cantante già “urla” la sua prima canzone, classicamente pop.

Un panzer

Una delle caratteristiche della Marrone è infatti proprio la sua robusta vocalità: durante il concerto è un panzer. E’, a parte un paio di ballate, sempre spinta anche se rispetto al precedente tour sembra modulare maggiormente la sua voce, che comunque resta sempre di buona fattura, un po’ roca e robusta ma sebbene usata potentemente non ha mai cedimenti.

Già il secondo brano però introduce un diverso mondo sonoro rispetto al precedente, uno dei tanti che compongono il puzzle stilistico della serata. Entriamo in un territorio funk con un grande basso pulsante la ritmica molto pesante. In effetti le basse frequenze saranno quelle che segnano buona parte del concerto che ha un grande tiro, molta pressione sonora in genere, insomma è un perfetto connubio tra musica e voce. Su tutto però la melodia vocale di e ancor più i suoi temi “lirici”, sono questi due aspetti quelli che appassionano maggiormente il pubblico.

Essere Qui Tour 2018 Milano
Le parole

Dopo pochi brani arriva il primo “speech”, tutto dedicato alle donne, alla loro forza. E’ un invito a lottare contro le avversità e le difficoltà della vita. In queste occasioni Emma cambia registro, si fa molto seria e partecipe con ciò che sta dicendo. Ovviamente a questo invito segue una relativa canzone in tema partita tra il tripudio del pubblico femminile.

Il concerto va avanti tra brani del nuovo disco e vecchi successi (tutti accolti con grande affetto e partecipazione), un tiro rock (con Emma che gioca a far la rockstar, scuotendo la testa e salendo in piedi su strumenti e casse), qualche piacevole ballata di sapore soul e vaghe atmosfere “stoniane”.C’è un altro momento “parlato”. E’ il ricordo per Federica Banfi, una fan della provincia di Milano che a 19 anni è stata vittima di un incidente stradale ad Aosta. Emma, commossa, a proposito di chi se ne va troppo presto “queste persone non se ne vanno e ci fanno sempre sentire la loro energia” e dedica il brano ai genitori di Federica presenti in tribuna.

Energia e naturalezza

Sul palco la pop star è molto energica, si muove con grande naturalezza e si esibisce in ottimi esercizi di stretching ma, rotolandosi sul palco, anche in movenze sexy, cosa che si ritroverà più volte nel concerto sino ad arrivare a dire “vorrei fare l’amore con ognuno di voi questa sera…. inclusi gli ascoltatori di RTL” (il concerto sta andando anche in diretta radiofonica). Su una lunga coda strumentale Emma lascia il palco per il primo cambio d’abito (ce ne saranno tre nella serata) e la ritroviamo sulla parte alta del palco seduta su uno sgabello con la chitarra acustica. Per scendere da quella posizione usa una pertica come fanno i pompieri.

Il concerto non manca certo di energia, Emma è esplosiva e la band la supporta molto bene con differenti ritmiche (anche blues) ma sempre all’insegna della potenza sonora e qualche momento perfettamente azzeccato e di qualità. Inevitabile la discesa dal palco per accontentare i fan che possono toccarla e, in una foresta di telefonini, farsi selfie con lei che ben si presta alla cosa.

Parole 2

C’è spazio per un nuovo “discorso”. Questa volta è tutto dedicato all’omosessualità, all’invito a partecipare al Gay Pride dei giorni successivi a Milano “Parteciparci non è solo una questione di identità sessuale ma di rispetto per le persone comunque esse siano” e segue nota citazione evangelica sul prossimo.

EMMA Essere Qui Tour 2018
Emma Live Milano Essere Qui Tour Scaletta

In questa sezione del concerto c’è molta intensità e coinvolgimento del pubblico che viene diretto da Emma in una lunga e riuscita “ola” che segue tutto l’anello e arriva anche al parterre. Su un lungo stacco rock Emma sale sulla parte superiore del palco e mentre la band suona lei si cambia d’abito in controluce che evidenzia movimenti e silhouette. Ancora una concessione al sexy.

Il finale è tosto

Parte così la terza ed ultima parte dello show, in cui il ritmo sale ed anche la “latenza” tra i brani si interrompe, i tempi si fanno più serrati così l’inerzia del concerto aumenta di intensità. E’ il momento di un’ottima versione di “Cercavo Amore” in chiave funky, dance rock molto convincente, che ricorda e che comunque Emma esegue molto bene. Se il testo fosse stato in inglese avremmo tutti gridato al miracolo.

Qualche nuova concessione sexy

Così, tra un ringraziamento agli sponsor dell’abbigliamento e tanto ritmo si chiude un concerto che manda a casa i fan molto soddisfatti. In realtà Emma è un vulcano di energia, mette in gioco tutta se stessa, tra potenza e melodia, tra passione e sentimento e qualche nuova concessione al sexy (evidentemente Emma si sente più padrona di se riappropriandosi del suo corpo). E per farlo sceglie una strada pop che tuttavia non si allontana molto da un rock di maniera ma a tratti piacevole. Resta sempre però il problema delle pause tra i brani che fanno calare la tensione e questo per un concerto che punta all’energia non è certo il massimo. C’è poi tutto il mondo “filosofico” di Emma, lontano anni luce dal cinismo e dalla freddezza e forse un po’ ”zuccheroso”. Emma piace al suo pubblico per questo. Occorre però dire che anche i non accaniti fan della cantante possono trovare, dal punto di vista musicale, un pop rock dignitoso e potente.

EMMA Essere Qui Tour 2018

16 MAGGIO – Pala Lottomatica di ROMA
18 MAGGIO – Mediolanum Forum di ASSAGO – MILANO
19 MAGGIO – Pala Alpitour di TORINO
21 MAGGIO – Kioene Arena di PADOVA
23 MAGGIO – Nelson Mandela Forum di FIRENZE
26 MAGGIO – Pal’Art Hotel di ACIREALE – CATANIA
28 MAGGIO – Pala Partenope di NAPOLI

Total Page Visits: 769 - Today Page Visits: 1

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *