JANY McPHERSON: la cantante pianista cubana live a Roma

Condividi

Il 24 gennaio alle ore 21.00 la pianista, cantante e compositrice JANY MCPHERSON si esibirà in concerto all’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone di Roma – Teatro Studio Borgna (Via Pietro de Coubertin 10), dove presenterà, per la prima volta In Italia, il suo nuovo album di inediti A LONG WAY. Biglietti disponibili su Ticketone e nei punti vendita abituali.

L’artista cubana eseguirà dal vivo i brani tratti dal suo nuovo album “A Long Way”, altri tratti dal suo precedente disco “Piano Solo!” e proporrà alcune rivisitazioni personali di grandi standard internazionali. Accanto a lei sul palco i musicisti che hanno suonato con lei nel disco Antonio Sgro (contrabbasso), Yoann Serra (batteria) e Christophe Lampidecchia.

Jany McPherson si sta rapidamente imponendo sulla scena jazz internazionale tanto da collaborare con artisti del calibro di John McLaughlin che l’ha voluta con sé in tour e che ha suonato, in qualità di special guest, in “Tú y yo”, una traccia del suo nuovo album.

L’innato senso ritmico derivato dalla sua terra natia, la profonda e toccante intensità interpretativa delle sue ballad, le travolgenti progressioni armoniche e melodiche della sua musica e l’originalità del fraseggio e del linguaggio improvvisativo contribuiscono in modo significativo a definire l’unicità e la riconoscibilità di firma del suo stile pianistico e compositivo.

L’album, prodotto da Gianluca di Furia, è stato registrato e missato da Philippe Gaillot presso i Recall Studios (Pompignan, Francia) e masterizzato da Carmine Simeone ai Forward Studios (Roma, Italia).

«In questo album c’è tutta la mia vita. Gli undici brani che lo compongono sono il risultato di un intenso e sorprendente processo creativo in cui mi sono sentita naturalmente ispirata. Le melodie, le armonie, i ritmi, il modo di concepire e sviluppare gli arrangiamenti, la sonorità e la direzione che stava prendendo questo lavoro è arrivato tutto nella mia testa con un’inaspettata semplicità – afferma Jany McPherson – A volte chiudo gli occhi e mentre ascolto questa musica, immagino momenti di vita vissuta, come se fossero scene di un film. Ogni film ha la sua colonna sonora, la sua personalità e racconta la sua storia, senza assomigliare al film che inizierà pochi secondi dopo. Se dovessi riassumere l’album in poche parole, lo riassumerei così: “Musica dell’anima, per l’anima”».

Jany McPherson è nata a Guantánamo (Cuba). Dopo una carriera costruita nella sua terra natia, dove ha ricevuto il prestigioso premio “Adolfo Guzmán” e ha collaborato con artisti come Omara Portuondo e Buena Vista Social Club, l’Orchestra Anacaona, Alain Pérez e molti altri, l’artista si è trasferita in Francia. Show woman e performer sul palco, ha collaborato con John McLaughlin, Mino Cinelu, Andy Narell, André Ceccarelli, Didier Lockwood, Orlando “Maraca” Valle, Pierre Bertrand, Nicolas Folmer, per citarne solo alcuni. È stata ospite di molti festival internazionali come Trinidad & Tobago Jazz Festival, Kathmandu Jazz in Nepal, Montreux Jazz Festival, Grenoble Métropole Jazz Festival, North Sea, L’Atrium Scène Nationale/Martinica, Auditorium P-E Decimus/Guadeloupe, Cotton Club Tokyo, Nice Jazz Festival, Jazz en Baie, Annecy Jazz Festival . Il nuovo album “A Long Way” segue il precedente lavoro discografico pubblicato nel 2020 “Solo Piano!” (Glider Media Group Ltd), ampiamente apprezzato dalla critica e da Chucho Valdés, uno dei più importanti pianisti cubani di sempre.

https://www.janymcpherson.com/
https://www.facebook.com/jany4jazz
https://www.instagram.com/jany_mcpherson/?hl=it
https://www.youtube.com/@janymcpherson


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *