UNA.NESSUNA.CENTOMILA: la presentazione

Condividi

UNA.NESSUNA.CENTOMILA
IlCONCERTO
11 giugno 2022
RCF Arena Campovolo
Reggio Emilia

È un grande evento quello che sta andando in scena alla RCF Arena di Reggio Emilia (Campovolo). 100.000 persone, alcune che hanno atteso per due anni, stanno assistendo alla parata delle sette artiste (donne) accompagnate da altrettanti colleghi (uomini) con cui, durante i loro set, intrecciano anche le voci. Tutti insieme in un grande concerto, INSIEME CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE.

“Una.Nessuna.Centomila.IlConcerto” è un evento voluto da Fiorella Mannoia, Emma, Alessandra Amoroso, Giorgia, Elisa, Gianna Nannini e Laura Pausini. Ognuna rispettivamente accompagnata da Caparezza, Brunori Sas, Diodato, Sottotono, Tommaso Paradiso, Coez e Eros Ramazzotti. Nel set ogni donna artista eseguirà le sue canzoni, una in duetto con l’ospite che a sua volta duetterà con lei su un brano del suo repertorio.

UNA: perché ogni volta che una donna lotta per se stessa, lotta per tutte le donne;
NESSUNA: perché nessuna donna deve più essere una vittima;
CENTOMILA: il numero delle voci che si potranno unire alle 7 artiste per il più grande evento musicale di sempre contro la violenza sulle donne.
Questo è il claim che spiega la manifestazione (centomila sono anche gli spettatori che stanno affollando questa nuova arena, la più grande all’aperto d’Europa, studiata apposta per gli eventi musicali).

In realtà, oltre a godere di grande musica, lo scopo dell’evento (rimandato da due anni) è quello di raccogliere fondi da destinare a sette centri antiviolenza che sono stati selezionati da Fiorella Mannoia con Giulia Minoli (vicepresidente della Casa Internazionale delle Donne). E lo scopo è stato ampiamente raggiunto. Fin da subito erano stati donati 200.000 euro al centro antiviolenza “Casa di accoglienza delle donne maltrattate” (CADMI) e altrettanti alla Fondazione Pangea per il progetto “Emergenza Afghanistan”. Inoltre a consuntivo della vendita dei biglietti OGNUNO dei centri antiviolenza selezionati riceverà 228.570 euro per un totale di 2.000.000 di euro di beneficenza a fronte di un incasso di 5.008.968 euro.

Questi i centri selezionati:

Cooperativa Sociale E.V.A. (Casal Di Principe – Rc) www.cooperativaeva.com
Centro Antiviolenza E Casa Rifugio “Angela Morabito” (Ardore Marina – Rc)
www.piccolaopera.org 
Centro Antiviolenza “Telefono Donna” e Rifugio “Casa Delle Donne Ester” (Potenza)
Centro Donna “Lilith” (Latina)  
www.centrodonnalilith.it
Associazione Sud-est Donne (Conversano – Ba)
www.sudestdonne.it Associazione Le Onde Onlus (Palermo) www.leonde.org Associazione Prospettiva Donna (Olbia) www.prospettivadonna.it

È possibile fare delle donazioni dirette alle singole strutture, non è infatti previsto alcun numero “solidale” attraverso il quale contribuire ulteriormente. Per aiutare la causa anche la SIAE ha ridotto del 25% i contributi richiesti per i diritti.

Una rappresentanza delle donne collaboratrici o assistite dalle sette strutture sono state, compatibilmente con le difficoltà logistiche, invitate a partecipare a questa manifestazione

Lo scopo non è solo quello di raccogliere fondi – dice Giulia Minoli – ma anche di accendere riflettori sui centri, dove lavorano donne attente, silenziose piene di cura. Abbiamo guardato al Sud – conclude Giulia – e in particolare alle situazione più difficili di Sardegna e Calabria (Locride)”

Total Page Visits: 332 - Today Page Visits: 2

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.