C’ERANO UNA VOLTA I CONCERTI: ZUCCHERO – 2004

Condividi


06 Maggio 2004
Royal Albert Hall
Londra

Per la fama ed il successo sono andati, molto in fretta, ben oltre i confini nazionali. Grazie alla complicità, all’aiuto ed alla scelta di colleghi giusti e famosi in ambito internazionale, il cantautore emiliano ha raggiunto una visibilità che ora gli permette di essere nel novero dei cantautori nazionali più conosciuti ed apprezzati all’estero.

Con la sua musica, per quanto derivativa, ha saputo ben modellare uno stile che parte dalla black music e la unisce a quella sensibilità melodica tipicamente italiana che tanto piace all’estero e con la quale (nel bene e nel male) siamo identificati e che è richiesta ai nostri artisti come chiave per aprire le porte oltre confine. A questo Adelmo ha anche aggiunto il fatto di esprimersi in italiano usando però alcune parole, testi o frasi all’interno degli stessi in inglese, dando così un’impronta internazionale.

Zu & Co World Tour

Quello che proponiamo è il concerto completo (disponibile anche in DVD) che ha tenuto alla Royal Albert Hall di Londra, tappa clou del “Zu & Co World Tour” (a seguito dell’omonima raccolta uscita nel maggio 2004). Quella location lo aveva già visto esibirsi nel gennaio/febbraio del 1990 durante il tour europeo di “Oro Incenso e Birra”. In questo teatro londinese Fornaciari tornerà anche nel 2008, 2011 e 2016.

Quello che mette in scena Zucchero è un concerto dalla ricca produzione ed “illuminato” da ospiti di grandissimo livello. Accanto ai “colleghi” star internazionali (alcuni virtuali) che fanno i loro camei in compagnia del nostro, va segnalata sul palco la presenza di una grande band. É una consuetudine per Zucchero che si accompagna sempre con valenti strumentisti che incidono molto sul risultato finale. Come se non bastasse alle spalle di tutto c’è anche un’orchestra. Insomma una produzione estremamente costosa, che ha soddisfatto ogni desiderio di Zucchero in quanto agli ospiti.

Gli ospiti

Il concerto si apre con un’intensa versione di “Dune Mosse” dove la voce di Zucchero duetta virtualmente con la tromba di Miles Davis riproponendo quanto già proposto in un singolo dove era protagonista il magico strumento del trombettista americano. Virtualmente c’è anche (scomparso nel 2001). Il grande bluesman “dialoga” con Zucchero sulle note di “Ali D’Oro” già proposta su disco e registrato poco prima della scomparsa del musicista americano.

Tra i restanti ospiti troviamo tanti cantanti: da segnalare il King Of Soul , introdotto con un piacevole aneddoto che trasforma “Diavolo in me” in un trascinante gospel. Presente pure l’amico Pavarotti. Oltre le voci si sono anche due star della chitarra: (in veste bluesy) e , già più volte in compagnia del nostro cantautore.

Nelle oltre 2 ore del concerto Zucchero presenta i suoi maggiori successi (sino a quel 2004, l’ album in studio era “Shake” del 2001) mischiando blues, r&b, soul e tanto pop, il tutto, come si diceva, addolcito dalla melodia. A volte sembra che gli illustri ospiti facciano la loro capatina di rito, come da contratto e che in generale sia una prova “muscolare” di Zucchero, un dire non detto: “Guarda quanti amici fighi che c’ho, tutti disposti a suonare con me”.

Uno spettacolo piacevole

Nel complesso però (come al solito) quello che mette in scena Zucchero (che nell’occasione dimostra di divertirsi tantissimo) è un concerto piacevole, votato allo “spettacolo” ma soprattutto alla musica, quella musica black che lui ama veramente e sino in fondo ed alla quale lui si ispira in maniera rispettosa.

Divertente.

Scaletta

1 Dune Mosse
Tromba – Miles Davis
2 Dindondio
3 Rossa Mela Della Sera
4 Il Grande Baboomba
Voce – Mousse T
5 Like The Sun From Out Of Nowhere
Voce – Irene Fornaciari
6 Everybody’s Got To Learn Sometime
Violino– Jenny Bae
7 I’m In Trouble
Voce – Tina Arena
8 Baila Morena
Voce – Fher Olvera
9 Ali D’Oro
Voce –
10 Senza Una Donna
Voce – Paul Young
11 Pure Love
Voce – Dolores O’Riordan
12 Diavolo In Me
Voce –
13
Voce – Ronan Keating
14 Così
Voce – Cheb Mami
15 Madre Dolcissima
Chitarra –
16 Il Mare Impetuoso Al Tramonto Salì Sulla E Dietro Una Tendina Di…
Chitarra – Brian May
17 Hey Man
Chitarra –
18 A Wonderful World
Chitarra –
19 Miserere
Voce –
20 Solo Una Sana E Consapevole Libidine Salva Il Giovane Dallo Stress …
21 Shake
22 Diamante
23 X Colpa Di Chi ?
24 Hai Scelto Me

Total Page Visits: 4269 - Today Page Visits: 4

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.