C’ERANO UNA VOLTA I CONCERTI: GENESIS – 1980

Condividi

GENESIS
Duke Tour
6/7 maggio 1980
Lyceum Ballroom
Londra

L’8 marzo 1980, uscì Duke: il primo disco dei Genesis a raggiungere la prima posizione nella Official Albums Chart e ad aprire loro le porte degli Stati Uniti. Al disco fece seguito il consueto tour che partì il 17 Marzo 1980 da Paignton per concludersi il 30 giugno nello Stato di New York. Fu un tour trionfale che vide Collins e soci conquistare il pubblico proponendo canzoni del loro ultimo disco di successo e brani del repertorio, arrivando sino alle loro radici.

Lontani dal mondo creato da Peter Gabriel (ormai fuori dalla band dal 1975) i Genesis erano anche orfani di Steve Hackett uscito dal gruppo nel 1977. Il nuovo corso, guidato da Phil Collins, li ha spostati verso un pop di grande qualità in cui il passato appare mischiato alle nuove sonorità.

Di quel tour la BBC si fece carico di registrare le due date londinesi del 6 e 7 maggio 1980. In realtà le date in città furono tre, quella del 5 maggio si svolse al Theatre Royal Drury Lane. Le registrazioni per molto tempo girarono in forma “bootleg” audio e le immagini entrarono in un DVD nel 2007 dopo una “onorata carriera” in VHS (unofficial) e poi riproposto in versione integrale con le celebrazioni del trentennale di ”Duke”

Come evidenzia il video il concerto aveva anche una sua forma ”spettacolare”, una veste teatrale, con Phil Collins che mostra le sue doti d’istrionico mattatore e d’intrattenitore, parlando e scherzando con il pubblico. Il tutto in realtà, pur con mille differenze, sul solco di quanto già la band faceva con Peter Gabriel. Dal punto di vista strumentale i Genesis (e questo da sempre) sono impeccabili, sebbene a tratti la loro musica possa risultare pomposa e barocca (solo da Duke in poi le cose cambieranno radicalmente) il calore, il coinvolgimento ed il gradimento del pubblico sono sempre presenti ed evidenti.

Anche in questa registrazione non manca il duetto di batteria. Se quello del precedente disco live “Seconds Out” (1977, il primo tour senza Gabriel) era con Bill Bruford, qui il seggiolino della batteria è stabilmente occupato da Chester Thompson diventato a tutti gli effetti il batterista della band, così come Daryl Stuermer sostituisce Steve Hackett alla chitarra.

Questo Live in London 1980 in sostanza è un appassionante live mette d’accordo i vecchi e nuovi fan della band. È il miglior momento di transizione, c’è l’anima del passato dei Genesis e c’è il loro futuro. Elementi che per l’occasione trovano un perfetto equilibrio tra loro.

Poco meno di due ore e mezza tutte da gustare con i Genesis in grande forma di cui non si rimpiange nulla… anzi forse l’unico rimpianto è la mancanza di alcuni dei grandi classici del passato (“Firth of Fifth”, “Supper’s Ready” o “Cinema Show”)

Scaletta:

00:00 Deep in the Motherlode
06:47 Dancing with the Moonlit Knight
08:42
The Carpet Crawlers
14:12
Squonk
21:00
One for the Vine
37:10
Behind the Lines
42:56
Duchess
49:45
Guide Vocal
51:12
Turn it on Again
55:56
Duke’s Travels
1:02:58
Duke’s End
1:08:05
Say it’s Alright Joe
1:19:00
The Lady Lies
1:25:20
Ripples
1:37:57
In the Cage/The Colony of Slipperman
1:46:40
Afterglow
1:51:18
Follow You Follow Me
1:56:01
Dance on a Volcano
2:00:50
Drum Duet
2:01:43
Los Endos
2:09:10 I Know What I Like
2:19:30
The Knife

Total Page Visits: 133 - Today Page Visits: 1

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *